Centro Servizi per il Volontariato di Asti e Alessandria

 

 

SEDE DI ALESSANDRIA

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

mail. al@csvastialessandria.it

SEDE DI ASTI

Via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

mail. at@csvastialessandria.it

Mappa del sitoLinks utiliContattiDove siamoHome page

Novità

  Nuova pagina 1

News e Iniziative

Fatturazione elettronica

 

Dal 1° gennaio 2019, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti in Italia, potranno essere emesse solo fatture elettroniche.

L’obbligo della fatturazione elettronica, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, vale sia nel caso in cui la cessione del bene o la prestazione di servizio sia effettuata tra due operatori Iva (operazione B2B, cioè Business to Business), sia nel caso in cui la cessione/prestazione sia effettuata tra un operatore Iva verso un consumatore finale (operazione B2C cioè Business to Consumer).

 

FATTURA ELETTRONICA PER ENTI SENZA PARTITA IVA

A questo proposito si è recentemente pronunciata l’Agenzia delle Entrate, nel corso dell’incontro organizzato dalla stampa specializzata lo scorso 12 novembre: è stato precisato infatti che gli enti non commerciali non titolari di partita Iva sono considerati, insieme ai condomini, alla stregua dei consumatori finali.

Per gli enti non commerciali senza partita Iva il problema della fatturazione attiva non si pone dal momento che questi soggetti non emettono mai documenti rilevanti agli effetti dell’imposta sul valore aggiunto. Ciò che importa è invece verificare attraverso quali modalità gli enti che fanno solo attività istituzionale debbano ricevere le fatture passive.

Pertanto, come previsto dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018, anche gli enti non commerciali senza partita Iva avranno il diritto di ricevere una copia cartacea della fattura elettronica trasmessa. Questo non esclude che l’ente destinatario della fattura possa comunicare ai propri fornitori il proprio indirizzo pec. L’ente può comunicare al fornitore il codice 0000000 se non si è in possesso né di Pec né di codice destinatario. In ogni modo, una copia della fattura elettronica sarà messa a disposizione dell’associazione senza Partita Iva nell’area web predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

 

FATTURA ELETTRONICA PER ENTI CON PARTITA IVA

Gli enti non commerciali in possesso di partita Iva dovranno comportarsi come tutti gli operatori economici.

Per ulteriori informazioni sugli adempimenti degli enti non commerciali con partita Iva, si consiglia di contattare direttamente il CSVAA.

   

 

 

 

Torna indietro