Centro Servizi per il Volontariato di Asti e Alessandria

 

 

SEDE DI ALESSANDRIA

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

mail. al@csvastialessandria.it

SEDE DI ASTI

Via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

mail. at@csvastialessandria.it

Mappa del sitoLinks utiliContattiDove siamoHome page

Novità

  Nuova pagina 1

News e Iniziative

Il Clan “stella polare” del Gruppo Scout Agesci Asti 1 riflette sul tema dell’immigrazione

 

Strada, comunità, fede, servizio e scelta politica sono i pilastri su cui poggiano tutte le attività degli Scout svolte durante l’anno. Esse hanno tutte la loro conclusione durante l’estate, in un’occasione molto importante: la route, una lunga camminata di più giorni fatta tutti insieme, lungo un percorso scelto. Una grande occasione per vivere appieno la strada, ma anche per rafforzare la comunità. La scorsa estate il Clan “Stella polare” del Gruppo Scout Agesci Asti 1 ha affrontato una route un po’ diversa dal solito, composta da una parte tradizionale di cammino e da una seconda parte sedentaria, dedicata al servizio. Appoggiandosi alla Caritas di Saluzzo, i ragazzi sono stati inseriti nel progetto “Saluzzo Migrante” vivendo tre giorni nell’ambito dell’accoglienza, seguiti da alcuni volontari. La città di Saluzzo conta l’arrivo ogni anno di centinaia di lavoratori stagionali, raccoglitori di frutta, tutti di origine africana. La maggioranza di queste persone si accampa presso il Foro Boario, un’area molto vasta dove si dorme in tende improvvisate e dove le condizioni igieniche sono pessime, solo pochi fortunati infatti riescono invece a trovare un posto letto nei progetti di accoglienza diffusa, organizzati dalla Caritas, in accordo con i Comuni della zona. Una situazione difficile da gestire e poco conosciuta. Questa esperienza vissuta a Saluzzo, ha fatto scattare nel gruppo il desiderio di documentarsi per aprire la propria visione sul tema. Cosa spinge tanti giovani a lasciare la loro terra per venire a lavorare in condizioni di sfruttamento qui in Italia? Quali sono le enormi difficoltà che incontrano durante il viaggio? Cosa accade dal punto di vista legale quando arrivano nel nostro Paese? Queste sono solo alcune delle domande che si sono posti. Hanno incontrato diverse persone che li hanno aiutati a chiarirsi le idee, su numeri, statistiche, leggi, ma anche esperienze di vita legate ad un viaggio fatto di dolore e di morte. Il clan tuttavia sta cercando di andare oltre e di coinvolgere più persone possibili: per approfondire un tema così complesso e attuale sta raccogliendo informazioni attraverso un questionario anonimo. Chi volesse dare il proprio contributo all’iniziativa può compilare il questionario qui

Ulteriori informazioni: stellapolare.clan@gmail.com

   

 

 

 

Torna indietro