Centro Servizi per il Volontariato di Asti e Alessandria

 

 

SEDE DI ALESSANDRIA

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

mail. al@csvastialessandria.it

SEDE DI ASTI

Via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

mail. at@csvastialessandria.it

Mappa del sitoLinks utiliContattiDove siamoHome page

Novità

  Nuova pagina 1

News e Iniziative

Al via un progetto di inserimento lavorativo di persone con Sindrome di Down nella casa di reclusione San Michele

 

Centro Down di Alessandria, Cooperativa Sociale Coompany& e Associazione Abilitando hanno studiato e messo a punto un progetto di “work habilitation” che ha trovato l’entusiastica partecipazione della Casa di Reclusione “San Michele” ed il concreto e convinto sostegno del Rotary International, attraverso il Rotary di Alessandria ed un comitato composto da diversi Rotary Club del basso Piemonte e della Liguria (denominato “Grappolo”), con il supporto del CSVAA.

Il progetto è stato presentato lo scorso venerdì in conferenza stampa: si tratta di un laboratorio protetto, istituito all’interno del bar della Casa di Reclusione di Alessandria “San Michele” al fine di offrire ai ragazzi del Centro Down, che presentano maggiori difficoltà dal punto di vista cognitivo e/o sensoriale, un’opportunità per apprendere abilità lavorative specifiche in un luogo sicuro”, che può offrire loro rispetto e anche sostegno. Gli avventori sono, infatti, agenti della polizia penitenziaria, impiegati dell'amministrazione, magistrati e avvocati, ossia “clienti” che garantiscono un ambiente sicuramente comprensivo e meno stressante rispetto a quello di locali aperti ad un pubblico indifferenziato.

“Come ci ricorda la Costituzione” sottolinea Mario Bianchi, direttore del Centro Down Alessandria “il lavoro, oltre a consentire di vivere una vita il più possibile autonoma, è strumento di inclusione nella società e di affermazione della propria dignità individuale e ciò vale a maggior ragione per le persone con disabilità. Ecco perché voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo importante progetto che, sono certo, permetterà ai nostri ragazzi di sentirsi, come mai prima, coinvolti, importanti e spinti ad agire. Perché questo progetto è davvero una straordinaria opportunità per apprendere adeguate competenze lavorative, indispensabili per un percorso verso l’autonomia e l’indipendenza”.

 

 

Video

 

 

 

 

Torna indietro