logo CSVAA Men¨

spazio

 

 

Homepage

CSV

Chi siamo

Dove siamo

Area privata

Cosa facciamo

AttivitÓ per gli ETS

AttivitÓ del CSV

Servizi al Non Profit

Formazione

Modulistica

Notizie

News generali

News Alessandria

News Asti

Bandi

Newsletter

Focus

Area fiscale

Area legale

5X1000

Assicurazioni

Report Lotta allo spreco

Links utili

Iscriviti alla newsletter

Home        CSV        Cosa facciamo        Notizie        Focus

logo CSVAA menu

spazio

NEWSLETTER CSVAA

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sul mondo del Volontariato

 Iscriviti

Carattere testo

Carattere testo

Contrasto

Inverti
Reset

Assemblee online e voto elettronico, proroga anche per il non profit

Lo slittamento Ŕ previsto nel dl "Green pass" per gli enti che non hanno inserito questa modalitÓ nello statuto. Green Pass: tra le misure che interessano anche il Terzo Settore, l'utilizzo della certificazione verde, la partecipazione a eventi sportivi e culturali e in materia di disabilitÓ

Sono prorogati al 31 dicembre 2021 i termini per lo svolgimento delle assemblee online e l'uso del voto elettronico anche per gli enti non profit. È una delle novità di interesse per il Terzo Settore contenute nel decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105 recentemente approvato.

Il decreto proroga fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza nazionale in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19, disciplinando, in particolare, le modalità di utilizzo del certificato verde (cosiddetto green pass), stabilendo nuovi criteri per l'attribuzione dei "colori" alle Regioni e prorogando i termini di diverse disposizioni di legge correlati all'emergenza epidemiologica.

Proroga termini assemblee e voti online

Sono prorogati al 31 dicembre 2021 (data di cessazione dello stato di emergenza) i termini previsti dall'art. 73 e dall'art. 106, comma 7 dl n. 18/2020 (art. 6 che rinvia ai punti 2 e 7 dell'Allegato A).

In particolare, gli enti pubblici nazionali, le associazioni private anche non riconosciute e le fondazioni possono svolgere, fino al 31 dicembre 2021, riunioni online degli organi collegiali, anche se non precedentemente regolamentate, previa individuazione dei sistemi che consentano di identificare con certezza i partecipanti (come previsto dall'art. 73 dl n. 18/2020).

Analogamente, è prorogato allo stesso termine finale del 31 dicembre 2021 il termine stabilito dall'art. 106, comma 7 dl n. 18/2020 sullo svolgimento delle assemblee online e l'uso degli strumenti di partecipazione, anche se non previste nello statuto, delle società, imprese private, associazioni e fondazioni. Nello specifico, per tali soggetti è prorogato lo svolgimento, anche in via esclusiva, delle assemblee mediante mezzi di telecomunicazione che garantiscano l'identificazione dei partecipanti e la loro partecipazione, unitamente all'esercizio del diritto di voto in via elettronica o per corrispondenza e all'intervento all'assemblea mediante mezzi di telecomunicazione. 

Si rammenti che la possibilità di svolgere le assemblee con modalità da remoto è stata già prevista e prorogata dal dl n. 183/2020 e dal dl n. 44/2021 che hanno esteso al 31 luglio 2021 la possibilità per associazioni e fondazioni (comprese organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus) di svolgere l'assemblea mediante mezzi di telecomunicazione, oltre che di utilizzare (fra gli altri) gli strumenti del voto elettronico o per corrispondenza.

Per quali attività è richiesto il green pass

Dal 6 agosto 2021 saranno richiesti (art. 3)

  • la certificazione verde Covid-19 (green pass), comprovante l'inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2 (validità 9 mesi) o la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi) 

oppure

  • l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore)

per poter svolgere o accedere alle seguenti attività o ambiti:

  • servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all'interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l'infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici

I titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati, previa esibizione del green pass, sono tenuti a verificare che l'accesso a questi servizi e attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni.

In caso di violazione può essere elevata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell'esercente sia dell'utente.

Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l'esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni. In allegato potete trovare la "Nota informativa sulle misure per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche".

Spettacoli culturali

In zona bianca e in zona gialla gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all'aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale, e l'accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

Proroga misure in materia di disabilità

L'art. 9 interviene in materia di disabilità, prevedendo che, fino al 31 ottobre 2021, i lavoratori fragili (lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell'art. 3, c. 3, della L. 104/1992) svolgano di norma la prestazione lavorativa in modalità agile, anche attraverso l'adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto.

Per maggiori informazioni: https://www.cantiereterzosettore.it/assemblee-online-e-voto-elettronico-proroga-anche-per-il-non-profit/

 

 

Allegati

Nota informativa Green Pass attivitÓ economiche e sociali

 

 

 

Torna indietro

 

 

Questionario
Questionario
Carta dei servizi 2021
Atlante delle Associazioni
Nuovi volontari
Valuta i nostri servizi
Emergenza Covid
CSVnet
Bilancio sociale

 

 

LUN

MAR

MER

GIO

VER

SAB

DOM

  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 

 

 

Facebook Instagram Youtube Twitter

 

Sede legale e operativa: via Verona 1, angolo via Vochieri - 15121 Alessandria - tel. 0131 250389

Sede operativa: via Brofferio, 110 - 14100 Asti - tel. 0141 321897

Numero Verde 800 158081 - e-mail: al@csvastialessandria.it - at@csvastialessandria.it

Sede legale e operativa:

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

 

Sede operativa:

via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

 

Numero Verde 800 158081

 

al@csvastialessandria.it

at@csvastialessandria.it

 

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY

Ente privato dotato di personalitÓ giuridica, iscritto al n.1156 del Registro Regionale centralizzato provvisorio delle Persone Giuridiche tenuto dalla Regione Piemonte