logo CSVAA Men¨

spazio

 

 

Homepage

CSV

Chi siamo

Dove siamo

Area privata

Cosa facciamo

AttivitÓ per gli ETS

AttivitÓ del CSV

Servizi al Non Profit

Formazione

Modulistica

Notizie

News generali

News Alessandria

News Asti

Bandi

Newsletter

Focus

Area fiscale

Area legale

5X1000

Assicurazioni

Report Lotta allo spreco

Links utili

Iscriviti alla newsletter

Home        CSV        Cosa facciamo        Notizie        Focus

logo CSVAA menu

spazio

NEWSLETTER CSVAA

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sul mondo del Volontariato

 Iscriviti

Carattere testo

Carattere testo

Contrasto

Inverti
Reset

Emergenza Covid: Green Pass e nuovi criteri per l'assegnazione dei colori alle Regioni

Lo stato di emergenza Ŕ prorogato al 31 dicembre 2021 e sono entrate in vigore nuove disposizioni di tutela per la popolazione

L'emergenza Covid non è superata e la normativa quindi è in aggiornamento: il CSVAA si propone di continuare a veicolare informazioni, soprattutto attraverso la propria newsletter e il proprio sito, in merito agli sviluppi legislativi, in particolare di quelli che possono interessare gli ETS.

Il 23 luglio scorso è entrato in vigore il Decreto Legge n. 105 riguardante le "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche". 

Con tale decreto viene prorogato lo stato emergenziale fino al 31 dicembre 2021 in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19: sono state introdotte,  in particolare, misure relative alle modalità di utilizzo del certificato verde (cosiddetto Green Pass), si sono stabiliti nuovi criteri per l'attribuzione dei "colori" alle Regioni e prorogati i termini di diverse disposizioni di legge correlati all'emergenza epidemiologica.

 

OBBLIGO POSSESSO GREEN PASS (art. 3)

Introduzione dell'obbligo di possesso del "Green Pass", a partire dal 6 agosto, per poter accedere ad alcuni servizi ed attività.

È un documento (cartaceo o informatizzato) che attesta:

  • di essere stato sottoposto a vaccinazione anti-covid (in una o due dosi);
  • di risultare negativo ad un tampone molecolare o rapido eseguito nelle 48 ore precedenti;
  • di essere guarito dal Covid nei sei mesi precedenti,

Il "Green Pass" è obbligatorio per i seguenti servizi/attività:

  • servizi di ristorazione, svolti da qualsiasi esercizio, per il consumo ai tavoli, al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre e sport di squadra, centri benessere anche all'interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso;
  • sagre, fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l'infanzia, compresi i "centri estivi" e le relative attività di ristorazione;
  • attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • concorsi pubblici.

Saranno i titolari o i gestori dei servizi e delle attività autorizzati, previa esibizione del green pass, a verificare che l'accesso a questi servizi e attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni.

In caso di violazione può essere applicata una sanzione pecuniaria da 400 a 1000 euro sia a carico dell'esercente sia dell'utente.

Qualora la violazione fosse ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l'esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

 

SPETTACOLI CULTURALI ED EVENTI SPORTIVI: NORME IN ZONA BIANCA E ZONA GIALLA

 

Spettacoli culturali

Sia in zona bianca, sia in zona gialla gli spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso (in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali) o spazi anche all'aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Il distanziamento vale sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale: l'accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

In particolare:

  • in zona bianca: capienza consentita

-      all'aperto non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e comunque non può superare le 5.000 persone; 

-      al chiuso non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e comunque non può superare le 2.500 persone.

  • in zona gialla: capienza consentita

-      non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata, sia all'aperto, sia al chiuso.

Il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 2.500 per gli spettacoli all'aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

Sarà comunque obbligatorio svolgere le attività nel rispetto di linee guida adottate.

 

Eventi sportivi

Novità anche in merito alla partecipazione del pubblico sia agli eventi e alle competizioni di livello agonistico riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano e del Comitato italiano paraolimpico, riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali sia agli eventi e alle competizioni sportivi diversi da quelli citati.

Si applicano, in particolare, le seguenti prescrizioni:

  • in zona bianca: capienza consentita

-      all'aperto non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata

-      al chiuso non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata

  • in zona gialla: capienza consentita

-      all'aperto non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata (il numero massimo di spettatori per gli impianti all'aperto non può essere superiore a 2.500)

-      al chiuso non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata

(il numero massimo di spettatori per gli impianti al chiuso non può essere superiore a 1.000)

Occorre sottolineare che, al momento, non è prevista una distinzione tra le attività svolte da Enti "non profit" e quelle svolte da altri Enti; pertanto si può pensare che anche gli Ets siano soggetti a tale prescrizione.

 

 

 

Torna indietro

 

 

Questionario
Questionario
Carta dei servizi 2021
Atlante delle Associazioni
Nuovi volontari
Valuta i nostri servizi
Emergenza Covid
CSVnet
Bilancio sociale

 

 

LUN

MAR

MER

GIO

VER

SAB

DOM

  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

 

 

 

Facebook Instagram Youtube Twitter

 

Sede legale e operativa: via Verona 1, angolo via Vochieri - 15121 Alessandria - tel. 0131 250389

Sede operativa: via Brofferio, 110 - 14100 Asti - tel. 0141 321897

Numero Verde 800 158081 - e-mail: al@csvastialessandria.it - at@csvastialessandria.it

Sede legale e operativa:

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

 

Sede operativa:

via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

 

Numero Verde 800 158081

 

al@csvastialessandria.it

at@csvastialessandria.it

 

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY

Ente privato dotato di personalitÓ giuridica, iscritto al n.1156 del Registro Regionale centralizzato provvisorio delle Persone Giuridiche tenuto dalla Regione Piemonte