Centro Servizi per il Volontariato di Asti e Alessandria

 

 

SEDE DI ALESSANDRIA

via Verona 1, angolo via Vochieri

15121 Alessandria

tel. 0131 250389

mail. al@csvastialessandria.it

SEDE DI ASTI

Via Brofferio, 110

14100 Asti

tel. 0141 321897

mail. at@csvastialessandria.it

Mappa del sitoLinks utiliContattiDove siamoHome page

Novità

  Nuova pagina 1

Bandi

Terzo Settore: pubblicato l'Atto di indirizzo per il finanziamento di iniziative e progetti per l’annualità 2018

Scadenza: 10/12/2018

 

E’ stato pubblicato l’Atto di indirizzo del Ministero del Lavoro con il quale sono stati individuati per l'annualità 2018 gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento e le linee di attività finanziabili attraverso il fondo di cui all'art. 72 del Codice del Terzo Settore.

All’atto di indirizzo, attualmente in corso di registrazione da parte della Corte dei Conti, fa seguito l’Avviso adottato con Decreto Direttoriale dell'8 novembre 2018, che disciplina le modalità e i termini di presentazione delle proposte progettuali, i criteri di valutazione e le modalità di assegnazione ed erogazione del finanziamento.

 

Possono presentare richiesta esclusivamente: Organizzazioni di Volontariato e Aps iscritte ai rispettivi Registri Regionali e le Fondazioni registrate all’Anagrafe delle onlus.

 

Sono destinati ai progetti di rilevanza nazionale fondi per complessivi 23.630.000 euro; circa 28 milioni di euro saranno invece destinati a progetti locali con criteri che saranno successivamente definiti dalle regioni tramite appositi bandi. Sono inoltre previsti altri 7 milioni e 750mila euro per l’acquisto di autoambulanze, veicoli per le attività sanitarie e beni strumentali e circa 2 milioni e 500mila euro destinati alle associazioni di promozione sociale che operano a favore di quei cittadini, che, per cause di età, di deficit psichici, fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio-economiche, siano in condizione di marginalità sociale.

 

Il finanziamento ministeriale complessivo di ciascuna iniziativa o progetto non potrà superare l’80% del costo totale del progetto (50% per le Fondazioni) e, pena di esclusione, non potrà essere inferiore a € 250.000,00 né superare l’importo di € 900.000,00, si intende in questo modo promuovere lo sviluppo di sinergie partecipative tra gli enti proponenti e di evitare al contempo la frammentazione degli interventi. Inoltre le proposte progettuali dovranno svilupparsi in almeno 10 regioni e in un arco temporale compreso tra i 12 e i 18 mesi.  

I progetti e le iniziative dovranno concorrere al raggiungimento dei seguenti obiettivi generali, strettamente connessi all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile così come indicato dall’allegato all’Atto di indirizzo: porre fine ad ogni forma di povertà; promuovere un’agricoltura sostenibile; salute e benessere: assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età; fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, opportunità di apprendimento permanente per tutti; raggiungere l’uguaglianza di genere e l’empowerment (maggiore forza, autostima e consapevolezza) di tutte le donne e le ragazze; garantire a tutti la disponibilità e la  gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture  igienico-sanitarie; incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti; ridurre le ineguaglianze; rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili; garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo; promuovere azioni, a tutti i livelli per combattere gli effetti del cambiamento climatico.

 

Le proposte progettuali, redatte secondo le modalità di cui all'avviso utilizzando esclusivamente l'allegata modulistica, dovranno pervenire a pena di esclusione entro le 13 di lunedì 10 dicembre 2018.

Tutta la modulistica è disponibile qui

 

 

Torna indietro